I volontari del Servizio Civile insieme a don Luigi Ciotti

Polistena, 16 febbraio 2017

“Un anno di impegno per valorizzare il bene comune”. Ha esordito così don Pino Demasi, sacerdote della Parrocchia Santa Marina Vergine di Polistena titolare del progetto di Servizio Civile “Laboratorio di legalità”, nel presentare don Luigi Ciotti ai volontari del servizio civile nazionale del territorio.

IMG_7192.JPG

Luigi Ciotti, presidente di Libera – Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie, con la sua testimonianza ha stimolato la riflessione sul tema: “Il ruolo dei volontari del Servizio Civile per una Calabria libera da mafie e corruzione”, che ha visto la partecipazione dei volontari della Parrocchia Santa Marina Vergine di Polistena, della Comunità Luigi Monti di Polistena e dei comuni di Polistena, Cinquefrondi, Melicucco, San Giorgio Morgeto, Giffone, Molochio, Maropati e Nicotera.

Circa 100 tra ragazze e ragazzi, volontari del SCN, hanno ascoltato la testimonianza e le parole forti di don Luigi Ciotti, che hanno voluto scuotere le coscienze affinché ognuno si metta in gioco per far risollevare la propria terra.

Il presidente di Libera dopo aver salutato i presenti, ha esordito incitando i ragazzi ad essere protagonisti reali di una rivoluzione culturale, etica e sociale. Oggi più che mai fondamentale per promuovere il riscatto di una terra bellissima e accogliente come la Calabria.

Parole forti hanno accompagnato la riflessione dei partecipanti: libertà, democrazia,uguaglianza, partecipazione e responsabilità sono state la guida di un ragionamento che ha spinto tutti a fare di più e meglio, ogni giorno.

“Cari ragazzi utilizzate la vostra libertà per liberare chi libero non è”: un invito chiaro a non restare indifferenti rispetto alla povertà economica e sociale che, purtroppo, soprattutto nei nostri territori mette in ginocchio tante famiglie e tanti giovani. Illuminare e valorizzare il positivo che c’è, è il primo passo per riscattare le nostre comunità.

Un monito alla responsabilità. Un invito a non sventolare la bandiera della legalità. Ma ad impegnarsi quotidianamente per trasformare i nostri sogni in cambiamento reale.

Non è mancato alla fine l’invito a ritrovarci, tutti insieme, il prossimo 21 marzo a Locri per la XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie per stringerci idealmente attorno al dolore dei familiari, e affinché la memoria più viva sia seme di speranza per intere generazioni.

IMG_7201.JPG

Qui il video integrale dell’incontro:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...